apr 04

Accertamento di conformità: sanare le difformità edilizie

cartUna delle problematiche legate al settore immobiliare di cui ci occuperemo in questo post è quella relativa alla regolarità urbanistica.
Spesso lo stato di fatto di un appartamento, ad esempio, non corrisponde alla planimetria autorizzata dal Comune, in quanto negli anni magari sono state apportate delle modifiche che hanno trasformato l’unità immobiliare. Nella maggior parte dei casi si tratta di piccole irregolarità che è possibile regolarizzare attraverso una procedura definita “Accertamento di conformità”, prevista dal Testo Unico per l’Edilizia (artt. 36 e 37, D.P.R. 380/01).

Leggi il resto »

nov 25

Chiarimenti sull’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

green_Per una migliore interpretazione della recente normativa in materia di Autorizzazione Unica Ambientale (D.P.R. n. 59/2013), il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha emanato una circolare esplicativa.

In estrema sintesi i chiarimenti riguardano:

  1. L’ambito di applicazione: il provvedimento interessa solo le piccole e medie imprese non soggette ad A.I.A. oppure anche alle grandi imprese non soggette ad A.I.A.?
  2. Obbligatorietà o meno dell’A.U.A.: è necessario richiedere l’A.U.A. o si può scegliere di chiedere i titoli abilitativi necessari singolarmente?
  3. Facoltà o obbligo di scegliere l’A.U.A. alla scadenza di una comunicazione: alla scadenza di una comunicazione è obbligatorio richiedere l’A.U.A. o è solo facoltativo?
  4. Facoltà o obbligo di scegliere l’A.U.A. alla scadenza di una autorizzazione di carattere generale: come sopra
  5. Facoltà o obbligo di scegliere l’A.U.A. nel caso in cui l’attività sia soggetta solo a  più comunicazioni o autorizzazioni di carattere generale
  6. Termini previsti per presentare la domanda per il primo rilascio dell’A.U.A

La Circolare è disponibile qui. Potrete  così trovare l’approfondimento in merito ai quesiti di cui sopra.

 

ott 02

Circolare esplicativa per il SISTRI

sistri_logo

Dal 1° ottobre 2013 è scattato l’obbligo di adesione al SISTRI da parte per gli enti o le imprese addetti alla raccolta, al trasporto, alle operazioni di trattamento/recupero/smaltimento o commercio e intermediazione di rifiuti pericolosi, inclusi i nuovi produttori.

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha emanato una circolare esplicativa per chiarire alcuni aspetti relativi all’attuazione dell’art. 11 del Decreto Legge n .101/2013.

In particolare la circolare specifica nel dettaglio: Leggi il resto »

set 15

SISTRI – Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti

SISTRISi torna a parlare del SISTRI, il SIstema di controllo della Tracciabilità dei RIfiuti con l’ultimo decreto legge del 31 agosto scorso.

Ricordiamo brevemente cos’è il SISTRI: è un sistema che nasce grazie al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare quattro anni fa, nel 2009. L’intento era quello di riuscire a controllare tutta la filiera dei rifiuti speciali, dalla produzione allo smaltimento/recupero, superando il sistema cartaceo esistente (formulario di identificazione dei rifiuti, registro di carico e scarico e il Modello Unico di Dichiarazione ambientale – MUD) ed utilizzando soluzioni più tecnologiche, semplificando la vita alle imprese interessate e allo stesso tempo contrastando atti illeciti e a danno della salute pubblica e dell’ambiente. Leggi il resto »

set 14

Il Piano Casa nella Regione Lazio

Piano CasaCorreva l′anno 2009 quando il Governo si accingeva ad emanare il Decreto Legge contenente interventi d′urgenza per il rilancio del settore edilizia, meglio noto come Piano Casa. Da allora sono state apportate modifiche e correzioni, ma soprattutto sono state emanate le varie Leggi Regionali.

Il Piano Casa è disciplinato nella Regione Lazio dalla Legge Regionale n. 21 dell′11.08.2009, modificata con successiva Legge Regionale n. 10 del 13.08.2011. Leggi il resto »

set 14

Il Sistema di Gestione Ambientale nell’agro-alimentare: il settore OLEARIO

Settore OlearioNegli ultimi anni, sempre più forte è la domanda dei consumatori e dei cittadini di una maggiore tutela ambientale e sempre di più sono le imprese e le organizzazioni che indirizzano la propria politica in questa direzione. Questo consente una maggiore competitività sul mercato grazie ad azioni virtuose che garantiscono una realtà produttiva ecosostenibile ed un prodotto finale qualitativamente ed ecologicamente migliore.

Ma in pratica, cosa può fare un’impresa che intende migliorare la propria prestazione ambientale?

Esistono degli strumenti volontari di cui può dotarsi un’azienda che consentono di avere un maggior controllo sul modo in cui questa interagisce con l’ambiente.
Uno di questi consiste nel dotare l’impresa di un Sistema di Gestione Ambientale attraverso il quale, dopo un’analisi ambientale iniziale, è possibile definire una serie di regole e procedure per il controllo e il raggiungimento degli obiettivi ambientali prefissati. Leggi il resto »

set 14

Autorizzazione Unica Ambientale: cosa cambia?

AuaIl 13 giugno 2013 è entrato in vigore il D.P.R.. del 13.03.2013, n. 59, ovvero il “Regolamento recante la disciplina dell’autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale, a norma dell’articolo 23 del decreto&ndashlegge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35″.

La nuova Autorizzazione unica ambientale (Aua)viene rilasciata direttamente dallo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), ha una durata di 15 anni e sostituisce sette provvedimenti autorizzativi, oltre a quelli eventualmente indicati dalla Regione! Leggi il resto »

set 14

Agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie ed ecobonus: cosa, chi, quando e quanto.

EcobonusLe detrazioni fiscali per i cittadini che eseguono interventi di ristrutturazione edilizia ormai nel nostro paese sono state introdotte fin dal 1998. Con una serie di rinnovi e proroghe, siamo giunti fino al 2012, anno in cui sono diventate senza scadenza. Le detrazioni erano pari al 36% e per importi fino a 48.000 €.
Con decreto legge n. 83 del 22.06.2012 convertito con legge 134/2012 è stata stabilita una detrazione dell’imposta lorda pari al 50% per spese documentate e sostenute fino al 30.06.2013 per interventi di ristrutturazione e di efficientamento energetico non superiori a 96.000 €.

Cosa cambia con il nuovo decreto? Leggi il resto »

set 14

Fare raccolta: una nuova frontiera per la raccolta differenziata

fareraccoltaIn questo periodo di crisi sono tante le storie di coloro che si ingegnano nel recupero di materiale usato, vecchio e di scarto per riportarlo a nuovo e renderlo nuovamente utilizzabile, magari attraverso qualche modifica e trasformandolo in qualcosa di completamente diverso. Ecco che si moltiplicano le iniziative, i mercatini dell’usato o artigianali che hanno un riscontro sempre maggiore nelle piazze di piccoli e grandi centri urbani.

Tutti noi inevitabilmente produciamo materiale di rifiuto e di scarto che spesso finisce indifferenziato nel cassonetto e poi a marcire in qualche discarica. Oppure altri che vivono in comuni più virtuosi, fanno la raccolta differenziata, ma del valore economico insito in questo materiale di scarto hanno ben poco. Leggi il resto »

set 14

La percezione sulla sostenibilità energetica da parte degli italiani

Soprattutto in questo periodo storico la necessità di adottare soluzioni abitative ecocompatibili capaci di avere effetti positivi sia sull’ambiente che sul portafogli delle persone diventa sempre più urgente.
L’edilizia sostenibile o green building mira proprio a questo e la progettazione si basa su 5 principi fondamentali.

Il primo è la sostenibilità, ovvero si ricercano le soluzioni costruttive ideali affinché vengano soddisfatte le esigenze degli attuali fruitori ma senza negare alle generazioni future la possibilità di avere lo stesso risultato. Leggi il resto »